Image

Dott. Andrea Aiazzi

Laureato in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Firenze e specializzato in Psicoterapia Breve Strategica presso la scuola del prof Giorgio Nardone.
Dal 2013 studia l’approccio psicodinamico.

Esercita la professione di Psicologo e Psicoterapeuta dal 2010.
E’ abilitato e regolarmente iscritto all’albo Psicologi della Toscana (posizione 6198).

Via Frà Filippo Lippi 4R, Firenze

Interventi nelle organizzazioni

Muovendosi in un panorama mutevole qualsiasi mappa diventa velocemente inadeguata, mentre una bussola permette di orientarsi in una mappa dinamica, quella che costruisco nella mia mente.

La capacità decisionale di una persona che impara una ricetta a memoria non sarà mai in grado di competere con quella di chi ha imparato a pensare una situazione in modo critico, secondo criteri non di verità assolute, alle quali dobbiamo rinunciare, ma di plausibilità.
Pensare significa essere in grado di costruire una rappresentazione di un problema a più livelli, per poter intervenire a più livelli.

La formazione che propongo si svolge in un percorso di ricerca-azione, dove i soggetti non sono spettatori (messi li a subire un "travaso di saperi") ma attori e co-autori del cambiamento stesso.

Come recita il vecchio proverbio: "se incontri un uomo che ti chiede da mangiare (il committente), non dargli un pesce (il seminario dove io parlo e tu ascolti) ma insegnagli a pescare (costruire degli strumenti validi per risolvere situazioni diverse)

Consulenze e formazione

Il metodo alla base dei progetti di formazione che propongo promuove l’apprendimento esperienziale.
Per modificare comportamenti collaudati e strutturati in anni di vita lavorativa è necessario analizzare le modalità operative considerando le nuove esigenze del presente e dei problemi che emergono.
Si esplorano le risorse, gli ostacoli e gli obiettivi per progettare e realizzare il cambiamento insieme ai partecipanti

Business coaching strategico

Il metodo alla base dei progetti di formazione che propongo promuove l’apprendimento esperienziale.
Per modificare comportamenti collaudati e strutturati in anni di vita lavorativa è necessario analizzare le modalità operative considerando le nuove esigenze del presente e dei problemi che emergono.
Si esplorano le risorse, gli ostacoli e gli obiettivi per progettare e realizzare il cambiamento insieme ai partecipanti


© Sito Web realizzato da coppolaelisa.com